Ultima modifica: 7 Marzo 2020

Ragazze e ragazzi, non sprecate i GIGA!

Care studentesse e cari studenti,

vi scrivo in modo informale, dopo una tempesta di comunicazioni ufficiali, perché voglio farvi sapere quanto, anche se virtualmente, vi penso e vi sono vicina in questo lungo periodo di sospensione delle lezioni che, a differenza degli altri, non ha il “sapore” della “vacanza”.

Il nostro paese, e la terra bergamasca in particolare, sta vivendo una situazione che ci era difficile immaginare fino a poche settimane fa: certi scenari, di manzoniana memoria, li abbiamo visti nei film ma non hanno mai fatto capolino nella nostra realtà. Eppure repentinamente gli scenari cambiano: improvvisamente le campanelle risuonano tra i muri del Vittorio senza che nessuno di voi le possa ascoltare. Ma non è Natale, non è Pasqua, non è passato l’8 giugno, non è suonata quell’ultima campanella che vi annuncia l’estate e che vi vede abbandonare l’edificio del Vittorio con le note e le voci di Horabuca che rimbombano, con la gioia di aver finito un anno scolastico, ma anche con qualche lacrima perché salutate le compagne e i compagni, in attesa trepidante, per qualcuno, dell’esito finale. Il carnevale, un momento di festa, si è  improvvisamente spento nell’emergenza sanitaria che “costringe” tutti voi, per i primi giorni anche noi, a non poter tornare ad abitare il Vittorio, che ci impone di scandire il tempo, la quotidianità, in modo diverso, senza il ritmo della campanella, senza l’attesa dell’intervallo e dell’ultimo rintocco della giornata, senza le attività sportive, se non quelle all’aria aperta, senza la maggior parte delle vostre passioni, senza luoghi di ritrovo ricreativi. Vi rimangono poche, intime e familiari, relazioni reali. Genitori, preoccupati per voi, che vi raccomandano di uscire il meno possibile. Confinate e confinati nelle mura domestiche per lo più, la vostra compagnia è fatta fondamentalmente di GIGA. Da maestri esperti nell’uso dei social, purtroppo talvolta senza regole, ecco che improvvisamente la FAD – formazione a distanza – bussa alla vostra porta virtuale. Qualcuno è pronto impaziente ad aprire i canali, qualcuno apre in modo diffidente la porta. No, non è uno scherzo, sono proprio le vostre profe e i vostri profe che vi stanno scrivendo. Lo preannunciava anche la circolare, così come il tg e tutte le testate online.
La macchina si mette in moto giorno dopo giorno, il tempo che pareva scorrere inesorabilmente tra il dì e la notte, inizia a scandirsi in modo diverso. Non ci sono più campanelle ritmate, ma ci sono “notifiche” che con cadenza casuale ma densa riempiono la vostra “agenda”: mail, documenti condivisi, inviti a video lezioni ed aule virtuali, interrogazioni in videoconferenza, chat di gruppo. I primi giorni abbiamo sperimentato, con molta flessibilità, con il principio guida di farvi sapere che la scuola continuava a farvi sentire la sua presenza in questo difficile momento, così come accade in ogni comunità, pensando di rientrare in fretta alla normalità, limitandoci per lo più a raccomandazioni, assegnazioni di compiti, condivisione di documenti, con qualche prova degli strumenti che richiedevano la vostra presenza sincrona, qualche sollecitazione agli “assenti” virtuali. Ora che i tempi di sospensione si sono allungati le attività si vanno via via intensificando e, pur mantenendo lo scopo iniziale, ampliano la prospettiva. Ecco perché l’oggetto di questa mail. Per fortuna ci sono i GIGA: questa volta non solo per Instagram, Tik Tok, Fb… ma per mail di classe, videoconferenze in Meet, Aule Virtuali, Drive, Classroom, video lezioni, chat di gruppo con docenti.. Cercate di “risparmiare” i vostri GIGA per la formazione a distanza. Le/i docenti si stanno impegnando moltissimo per coinvolgervi e continuare l’attività formativa a distanza, non solo perché è scritto su tutti i DPCM relativi all’emergenza, o perché lunedì mattina, in un collegio docenti a distanza con Meet – anche noi ci siamo messi in gioco, sperimentando una modalità inusuale per la scuola di riunirci e di vederci in modo virtuale – abbiamo condiviso strumenti, modalità e alcune regole comuni, ma anche e soprattutto perché  hanno a cuore la vostra formazione e il vostro benessere. A loro va sicuramente il mio grazie. A voi, ora, una richiesta di responsabilità. SI rende ormai necessario intensificare e rimodulare le attività in corso, non solo compiti o lezioni di ripasso o su nuovi argomenti, ma anche verifiche, scritte e orali, con svariate modalità. Molte/i docenti vi chiederanno anche di interrogarvi a distanza, per “mettere da parte”, prima del rientro (che al momento non è prima del 16  del mese), anche qualche valutazione in più (vi auguro positiva), in vista della parte finale dell’anno, che si sta accorciando sempre più.
Non è semplice organizzarsi a distanza, ma abbiamo adeguati strumenti online per farlo. A voi basta lo smartphone per molte attività (e so che quello non vi manca!), certamente se avete un pc o un tablet è meglio. Ma ciò che non vi deve mancare, in questo periodo di “lungo intervallo” tra l’ultima campanella che avete ascoltato e la prossima che sentirete, è l’impegno, il desiderio di apprendere, il senso di responsabilità. Sentirsi responsabili ha una duplice valenza: rendersi conto ma anche rendere conto. In questi giorni, non registriamo né i ritardi sul registro né le assenze, come invece facciamo di solito, ma anche essere puntuali agli “appuntamenti virtuali” dimostra il vostro senso di responsabilità, così come svolgere le esercitazioni, consultare i documenti consigliati, seguire le video lezioni e le altre attività proposte.

Così come in classe, è importante che siate anche voi a partecipare in modo attivo e propositivo alle attività.

Oggi ho colto al volo l’invito di un coordinatore – con autorizzazione della classe – a partecipare a un’assemblea di classe – la 5S – a distanza, con Meet. Rivedere, nei volti delle ragazze e dei ragazzi della 5S, i volti di tutte e tutti voi, è stata per me una grande emozione (ebbene sì, mi mancate), ma ancor più emozionante è stato vedervi partecipare, condividere, accordarsi, costruire insieme, a più mani, un foglio Google per organizzarsi, presentato in videoconferenza. Volevo capire se era possibile generare anche a distanza lo spirito costruttivo di classe: i risultati sono stati davvero positivi, a partire dal 100% di presenze (forse percentuale mai raggiunta neanche tra i muri del Vittorio)! Ho chiesto alla classe 5S, che ringrazio per questa opportunità e per il compito svolto, di scrivere un breve documento da poter condividere con tutte/i voi, come esempio di buona pratica. Lo trovate in allegato, fatene tesoro per ritrovare, anche se senza contatti diretti, lo spirito di classe.
Voglio rivolgere, poi, un pensiero particolare alle classi quinte: immagino quanto siate preoccupate/i per gli Esami di Stato. In questo periodo si stanno prendendo numerose misure transitorie per affrontare questa emergenza, su tanti fronti. Vedrete che al Ministero dell’Istruzione penseranno a voi, trovando delle soluzioni che, da un lato, rendano valido l’Esame, e dall’altro, possano valorizzare il percorso e l’impegno di ciascuna/o di voi.
E siccome sono certa che il Vittoema vi manca, vi mando un paio di foto del nostro “giardino letterario”: i bulbi dei narcisi stanno sbocciando, i corimbi del viburno stanno mostrando tutta la loro forza e bellezza, il mandorlo esibisce con fierezza i suoi fiori pronti a trasformarsi in drupe che racchiuderanno i “nostri” primi frutti. Questi fiori aspettano tutte e tutti voi, aspettano la vostra cura,  la vostra dedizione, ma soprattutto i vostri giovani sorrisi!
Prendiamo esempio dalla forza della natura, che supera le avversità dell’avvicendarsi delle stagioni, per affrontare questo particolare momento della nostra vita. Supereremo le intemperie e torneremo presto, insieme, a rianimare gli spazi del Vittorio che vi aspettano con nuove esperienze ed emozioni.

Con affetto
La vostra Dirigente

Clicca qui per imparare a gestire un’assemblea di classe su MEET

 




Web Design MymensinghPremium WordPress ThemesWeb Development

Visualizza Tutto l’Albo Pretorio

Conferma e contratto servizio trasporto pullman per Milano Rogoredo

Visualizza albo pretorio

Ordine MEPA n.2001571 rinnovo noleggio fotocopiatore D-COPIA 4500 MF

Conferma e contratto per servizio trasporto pullman per Venezia

Procedura selettiva aperta per l’affidamento del servizio annuario fotografico e fotografie di classe

Conferma e contratto per servizio trasporto pullman per Seriate